Il 24 novembre sbarcherà nei cinema italiani One Piece Gold, tredicesimo film cinematografico tratto dalla saga di Eiichiro Oda e primo film della serie a essere proiettato in sala nel nostro paese, grazie alla distribuzione di Koch Media. Questa volta la ciurma di Cappello di Paglia si troverà nella città di Gran Tesoro, gigantesca nave/isola dedicata al più sfrenato intrattenimento governata dall’Imperatore d’Oro, Gild Tesoro. Il suo potere è tale che persino il Governo Mondiale non si immischia nei suoi affari, ma quando questi metteranno a rischio la stabilità degli accordi con i Draghi Celesti, Governo e Armata Rivoluzionaria entreranno in azione per fermarlo… e la ciurma di Rufy si troverà nel pieno dello scontro.

Scopriamo insieme alcune curiosità sulla produzione di questo enorme progetto cinematografico:

L’opening più lungo della serie

Eiichiro Oda ha sempre dichiarato di “amare gli opening” ed ecco perché ha dedicato un decimo di tutto il film alla sequenza d’apertura. Ben 12 minuti in cui si vedranno Tesoro e Carina, la star musicale di Gran Tesoro, ballare e cantare mentre la ciurma di Cappello di Paglia approda in città. Le coreografie della sequenza sono state talmente complesse da necessitare dell’uso del motion capture come tecnica di ripresa.

One Piece Gold - la star di Grantesoro, Carina

©Eiichiro Oda/Shueisha, Toei Animation © Eiichiro Oda/“2016 One Piece” production committee

Uso del Motion Capture

Nella sequenza d’apertura è stato infatti utilizzato il Motion Capture 3D delle movenze di Kahori Kanaya, ballerino professionista e coreografo dell’opening. Kanaya ha dichiarato che la sequenza è risultata talmente complessa che non era possibile realizzarla nel mondo reale nemmeno con budget enormi. Eiichiro Oda ha voluto supervisionare tutto il lavoro del coreografo oltre ad assistere alle fasi di registrazione della sequenza.

Eiichiro Oda ritorna come produttore

Dopo aver lavorato come sceneggiatore per il decimo lungometraggio cinematografico, One Piece: Strong World, Eiichiro Oda ritorna al lavoro in questa pellicola come produttore generale. Non pago degli innumerevoli impegni che lo tengono occupato con il manga, il nostro instancabile mangaka ha creato ben 100 pagine di materiali inediti, tra scenografie, costumi e biografie dei personaggi. Nonostante non sia mostrata nel film Oda ha scritto tutta la storia di Gild Tesoro, dando profondità maggiore al personaggio, che si discosta da semplice villain monotematico ma guadagna pari qualità di quelli scritti per l’opera cartacea.

Due anni di scrittura

Lo sceneggiatore Tsutomu Kuroiwa, scrittore dei numerosi film tratti da manga e anime (come le versioni live-action di The Liar Game, Black Butler e Gantz:O), ha lavorato due anni per scrivere ben dieci versioni della sceneggiatura rimaneggiate e riscritte anche grazie alla collaborazione con Eiichiro Oda. Kuroiwa ha dichiarato che sarà uno splendido lavoro che riuscirà a stupire il pubblico.

Viaggio a Las Vegas

Dal momento che l’ambientazione principale di One Piece Gold è un gigantesco casinò galleggiante, quale miglior posto per fare ricerche per le scenografie? Ma Las Vegas ovviamente. L’animation crew si è così regalata una lunga visita alla città del Nevada, visitando oltre venti casinò e alberghi e assistendo a numerosi concerti e spettacoli. Il risultato sono 10 Km dell’isola di Gran Tesoro costruiti con la massima attenzione a qualsiasi dettaglio: dai cartelloni pubblicitari, ai negozi, fino ai turisti e alle vie laterali. Ogni dettaglio è stato eseguito con scrupolosa perizia, pronto a superare per grandiosità la stessa Las Vegas.

Non perderti One Piece Gold, nelle sale italiane dal 24 novembre. E non perderti il manga di One Piece sullo store online di Star Comics e in tutte le fumetterie.

ACQUISTA IL MANGA